Dettaglio degli argomenti proposti per incontro con il Prorettore per la Ricerca & ARIC

Fondo del 10%

l’art 14 comma 10 del Regolamento d’Ateneo in materia di Dottorato di Ricerca stabilisce che “Le Strutture dell’Università devono garantire, per ogni dottorando, a qualunque titolo iscritto ad un corso di dottorato, a decorrere dal secondo anno, la disponibilità di un budget di importo non inferiore al 10% dell’importo della borsa di studio di cui al comma 6. Tale budget, finalizzato a finanziare i costi connessi allo svolgimento dell’attività di ricerca in Italia e all’estero e adeguato alla tipologia del corso, è gestito dai Dipartimenti.”, nella pratica, molti dottorandi non riescono ad accedere a tali fondi poiché, a seguito della presentazione della domanda, spesso gli uffici competenti rispondono che i fondi non sono disponibili o che sono da ricercarsi nei budget per la ricerca intestati ai docenti supervisori. Vorremmo, pertanto, che ci fosse una uniformità procedurale e che l’Ateneo si impegnasse a mandare una circolare a tutti i Dipartimenti informandoli sul corretto iter da seguire, in modo da rendere il fondo del 10% un diritto realmente fruibile da parte di tutti i dottorandi.

Rappresentanza

attualmente i dottorandi sono rappresentati solo nei Collegi di Dottorato e, solo se candidati all’interno delle liste studentesche, anche in Consiglio del Dipartimento a cui afferiscono. Questo crea, tuttavia, non poche difficoltà, in quanto alcune questioni nevralgiche, tra cui il numero di borse disponibili o i fondi per le attività didattiche (come, ad esempio, quelli utilizzati per l’acquisto dei software di ricerca), vengono discusse in sede di Consiglio di Dipartimento, cui raramente i dottorandi possono accedere. Inoltre, anche in merito alle problematiche di Ateneo inerenti al dottorato (come la didattica trasversale o i fondi per i periodi all’estero) il luogo di discussione privilegiato risulta essere il Senato Accademico, dove attualmente i dottorandi non sono rappresentati. Vorremmo, pertanto, poter aprire un confronto con l’Ateneo per arrivare ad avere dei rappresentanti dei dottorandi in tutti gli organi preposti alle discussioni e alle decisioni in merito al dottorato.

Riconoscimento come associazione studentesca

in qualità di Adi Bologna, al momento incontriamo delle difficoltà nel promuovere delle iniziative per dottorandi, dottori di ricerca e per tutta la cittadinanza (per esempio: una giornata di accoglienza per i nuovi dottorandi, iniziative multidisciplinari sulla ricerca, iniziative culturali). Infatti, i bandi attualmente preposti dall’Ateneo per questo tipo di attività sono a beneficio delle associazioni studentesche, ma non sempre emerge chiaramente se e in che modo gli studenti di dottorato possano partecipare a questi bandi.Noi riteniamo importante che i dottorandi abbiano la possibilità di associarsi, per poter garantire una dimensione comunitaria e di crescita extra-curriculare agli studi di dottorato. Anche su questo, è nostra intenzione avviare con l’Ateneo un confronto che porti a un riconoscimento formale delle associazioni dei dottorandi.

Possibilità di accedere ai corsi AlmaEnglish

ai dottorandi è preclusa la possibilità di iscriversi ai corsi “AlmaEnglish” creati dal Centro Linguistico di Ateneo e attualmente riservati agli studenti che frequentano un corso di laurea all’Università di Bologna. Vorremmo porre l’attenzione su questa esclusione, in quanto i dottorandi sono equiparati a studenti dall’ordinamento italiano e come gli altri studenti sono tenuti a pagare una tassa annuale per il diritto allo studio. Per questo motivo chiediamo che, in virtù dello status di studenti, venga concessa anche ai dottorandi la possibilità di accedere ai corsi “AlmaEnglish”.

Corsi di formazione per l’acquisizione e lo sviluppo di competenze trasversali

molti dottorandi hanno sollevato dei dubbi riguardo all’organizzazione dei corsi trasversali organizzati da alcuni Settori universitari, come AFORM e APOS. Solitamente questi corsi sono obbligatori e hanno sede a Bologna. In più, date e orari dei suddetti corsi vengono comunicati con poco preavviso. Tutto questo rende difficile, per i dottorandi fuori sede e per quanti afferiscono ai Poli Romagnoli, pianificare eventuali trasferte. Inoltre, il poco preavviso non permette ai dottorandi che hanno già impegni istituzionali di poter essere presenti ai corsi, anche perché non sono, di solito, previste giornate di recupero. Vorremmo quindi proporre un riassetto dell’organizzazione di questi corsi.

Accesso al FIT

il Dottorato di Ricerca è considerato il più alto grado di istruzione che è possibile ottenere in ambito universitario. Per sancire ciò, il Decreto Legislativo 59/2017, all’art. 3, comma 7, prevede che il MIUR si impegni a garantire una adeguata valorizzazione del titolo di dottore di ricerca per quanto riguarda l’accesso al percorso di formazione e tirocinio (FIT), riconoscendo di fatto l’alto livello formativo ottenuto dal dottore di ricerca. L’ADI Bologna ritiene che facilitare l’accesso alla carriera di insegnante per i dottori di ricerca rappresenti un miglioramento per il sistema scolastico nazionale, in quanto questo si avvarrebbe di personale docente didatticamente esperto e che conosce le dinamiche che sottendono alla comunità scientifica internazionale, avendo in molti casi trascorso uno o più periodi di studio e ricerca in atenei esteri europei ed extraeuropei. A questo proposito, l’ADI vorrebbe agire per il facilitare l’ingresso dei dottori di ricerca al FIT, magari attraverso la possibilità, per i dottorandi, di conseguire i 24 crediti antro-psico-pedagogici a titolo gratuito (in quanto studenti dell’Università) all’interno del proprio Piano di Studi. Poiché, attualmente, il Regolamento in materia di Dottorato di Ricerca dell’Università di Bologna non permette ai dottorandi di conseguire esami, si potrebbe ipotizzare una deroga per l’acquisizione dei soli 24 crediti legati al requisito di accesso al percorso FIT o il riconoscimento di tali crediti secondo modalità da potersi definire in maniera condivisa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...